Accastampato

Rivista di divulgazione scientifica realizzata dagli studenti di Fisica della Sapienza

Una vita spesa per la ricerca

I cambiamenti climatici e i sempre più frequenti eventi meteorologici estremi sottolineano l’importanza degli studi nel campo della fisica dell’atmosfera: il filo conduttore di questo numero di Accastampato è proprio la ricerca nella Fisica Atmosferica e del Telerilevamento, letta anche attraverso il ricordo del Professor Giorgio Fiocco, scomparso un anno e mezzo fa.

Read the rest of this entry »

Giorgio Fiocco: un ingegnere dedicato alla fisica applicata

La passione per il proprio lavoro ha portato il Prof. Giorgio Fiocco a studiare i cieli di mezzo mondo e a lasciare un contributo indelebile alla scienza dell’atmosfera.

Read the rest of this entry »

Il telerilevamento attivo

La ricerca di fisica dell’atmosfera e di climatologia sarebbe impossibile senza sistemi di telerilevamento attivo e passivo che misurino con precisione le principali variabili in gioco.

Read the rest of this entry »

Un fascio acustico per i processi atmosferici

Il sodar: un fascio acustico illumina i processi dinamici nei bassi strati atmosferici.

Read the rest of this entry »

L’ozono e il riscaldamento globale

Le caratteristiche uniche dell’ambiente e dell’atmosfera artica possono fornire preziose informazioni sul cambiamento climatico e il riscaldamento globale in atto sul pianeta.

Read the rest of this entry »

Uno sguardo dall’alto alle tematiche ambientali

Nella base himalayana Ev-K2-CNR, a oltre 5000 metri di quota, si misurano livelli di inquinamento da far invidia alle metropoli occidentali.

Read the rest of this entry »

La laurea in Geofisica a Roma

Dal riordinamento dell’offerta formativa post-riforma 3+2 alla fine del corso di laurea in geofisica alla Sapienza.

Read the rest of this entry »

Strabilianti effetti della risonanza

Gli effetti di risonanza caratterizzano tutti i sistemi vibratori: permettono agli strumenti di suonare, ma in alcuni casi possono fare cadere i ponti.

Read the rest of this entry »